Anche i ragazzi di Down.Verso protagonisti della campagna di comunicazione nazionale “Dammi più voce” lanciata dal CoorDown

Anche i ragazzi di Down.Verso protagonisti della campagna di comunicazione nazionale “Dammi più voce” lanciata dal CoorDown (Coordinamento Nazionale delle Associazioni delle persone con Sindrome di Down)

Sabrina che canta per Max Pezzali, Davide che invita ad un proprio spettacolo Fabio Volo, Andrea che fa i complimenti ad Ilaria D’Amico e Samuele che scherza con il simpatico Fabio De Luigi.

Sono questi i ragazzi di Associazione Down.Verso (composta da persone e famiglie con sindrome di Down della nostra provincia e avente sede a Cantù) protagonisti della campagna di comunicazione a livello nazionale di CoorDown, la realtà che riunisce tutte le associazioni di questo ambito in Italia.

“Dammi più voce!” è stata lanciata anche in occasione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down dando la possibilità alle ragazze e ai ragazzi di tutta Italia di inviare un video e un messaggio al proprio “mito” sportivo o del mondo dello spettacolo. Generando un “effetto valanga” positivo e virtuoso di videomessaggi raccolti nel sito internet dammipiuvoce.coordown.it

Le numerose risposte (praticamente tutti i VIP sollecitati!) molto fresche e semplici costituiscono un bel momento di visibilità nel cercare di aumentare la consapevolezza sociale sulla situazione e sulle prospettive positive che le persone con Sindrome di Down possono raggiungere se accompagnate nei propri contesti. E anche – perché no! – per sognare un po’, perché la felicità e la serenità di ciascuno si può basare anche su esperienze come queste.

E’ dunque davvero bello vedere Fabio Volo che la fermata del tram risponde a Davide, oppure Ilaria d’Amico che ad Andrea chiarisce come sia un po’ troppo vecchia per lui… Senza dimenticare che lo stesso Max Pezzali è rimasto molto colpito dal trasporto appassionato con cui Sabrina ha  cantato una delle sue canzoni. I video sono davvero belli e diretti, e colpiscono positivamente proprio perché non costruiti, rendendo invece al massimo l’idea della felicità dell’energia che questi ragazzi trasmettono: basta guardare Samuele e la sua presa in giro di Fabio de Luigi tutta giocata sul tifo calcistico…

La Giornata Mondiale sulla sindrome di Down (WDSD – World Down Syndrome Day in inglese) è un appuntamento internazionale – sancito ufficialmente anche da una risoluzione dell’ONU – nato per diffondere una maggiore consapevolezza e conoscenza sulla sindrome di Down, per creare una nuova cultura della diversità e per promuovere il rispetto e l’integrazione nella società di tutte le persone con sindrome di Down. La scelta della data 21/3 non è casuale: la sindrome di Down, detta anche Trisomia 21, è caratterizzata dalla presenza di un cromosoma in più – tre invece di due – nella coppia cromosomica n. 21 all’interno delle cellule.

“Quest’anno – spiega il Coordinatore Nazionale CoorDown Sergio Silvestre – abbiamo dedicato le nostre energie all’obiettivo più importante: difendere e promuovere i diritti delle persone con sindrome di Down, troppo spesso calpestati dai pregiudizi e dalla mancata applicazione di norme esistenti, soprattutto quelle riguardanti l’inclusione nel mondo del lavoro. Non chiediamo maggiori diritti per i nostri ragazzi ma le stesse opportunità di chiunque altro. Siamo orgogliosi di collaborare anche in quest’occasione, e dopo il successo della scorsa edizione, con la Saatchi & Saatchi che è riuscita nell’impresa di tradurre, con coraggio e idee brillanti, la necessità di amplificare la voce delle persone con sindrome di Down. È questo il tema più importante della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down 2013”.

“A parte il forte impatto comunicativo che prosegue nella strada della pluripremiata campagna dello scorso anno – afferma Roberto Esposito presidente di Down.Verso – per noi per i nostri ragazzi questi momenti costituiscono ulteriori tappe in un percorso di rafforzamento dell’autonomia. E l’obiettivo di tutte le nostre famiglie e si deve iniziare a costruire fin dai primi anni di vita, senza aspettare l’età adulta”.

Tutti possono seguire l’iniziativa denominata #DammiPiùVoce in particolare interagendo (con il CoorDown e con i VIP coinvolti) sui social network come Facebook e Twitter o partendo dal sito www.coordown.it

“Costruire insieme una società aperta all’integrazione può fare molto per le persone con sindrome di Down – riprende Esposito – e anche noi sul territorio comasco stiamo cercando di rafforzare il percorso in tal senso. Ne è prova anche lo straordinario successo del Calendario 2013 ‘Tutti insieme per lasciare il segno’ realizzato insieme a Pallacanestro Cantù e di cui recentemente abbiamo pubblicato gli strepitosi risultati”.

I video dei ragazzi di Down.Verso che hanno partecipato all’iniziativa sono anche su www.downverso.it insieme alle immagini del Calendario 2013 della nostra Associazione.

 

 

Ecco i link diretti ai video

SABRINA E MAX PEZZALI – http://dammipiuvoce.coordown.it/?id=39

DAVIDE E FABIO VOLO – http://dammipiuvoce.coordown.it/?id=45

ANDREA E ILARIA D’AMICO – http://dammipiuvoce.coordown.it/?id=53

SAMUELE E FABIO DE LUIGI – http://dammipiuvoce.coordown.it/?id=58

 


 

 

1 Commento su Anche i ragazzi di Down.Verso protagonisti della campagna di comunicazione nazionale “Dammi più voce” lanciata dal CoorDown

  1. ho visto i video sono stupendi.
    È come spesso mi capita la prima volta mi sono emozionata e ho pensato alla gioia che ogni giorno ci donano i ns ragazzi.
    Un grazie a Roberto, Natalina, Katia e a tutti voi che avete creato l’associazione e che continuate a dagli vigore.

Rispondi a Laura Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*