“Indemoniato… come un Down”

Logo Coordown

Genova, 4 Luglio 2012

A Sua Eminenza Cardinale Angelo Bagnasco Presidente CEI

A nome dell’associazione CoorDown Onlus – Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down – e di molti genitori, esprimo indignazione, sconcerto e vivo dissenso per quanto espresso da Sua Eccellenza Mons. Andrea Gemma nella puntata del 9 giugno u.s. (dal min 33 in poi) andata in onda sull’emittente televisiva TV2000.

Nell’illustrare la condizione mentale e fisica di una persona posseduta dal diavolo, lo ha paragonato ad un “Down … che non capisce, che fa gesti …”. L’esempio è inappropriato, offensivo ed inaccettabile; a maggior ragione se fatto da una persona che, in virtù del suo ruolo, dovrebbe promuovere a tutti i livelli la cultura dell’accoglienza e della tolleranza nella conoscenza.

Anche ammessa la buona fede del prelato e la volontà di non offendere nessuno, occorre però ricordare che le parole possono essere pietre.
CoorDown e le associazioni ad esso aderenti operano da molti anni a favore di una corretta cultura sul tema e per l’integrazione delle persone con sindrome di Down e il nostro compito è quello di tentare di modificare, per quanto possibile, atteggiamenti inconsapevoli nei confronti della diversità, dettati molto spesso da luoghi comuni e dal pregiudizio.

Ribadiamo con forza il valore della persona, indipendentemente dal cromosoma in più, per poter guardare oltre e scoprire invece le qualità e le potenzialità di cui la persona è portatrice.

Come genitori non vogliamo e non possiamo accettare affermazioni generiche che tendono a non riconoscere l’unicità del singolo e a screditare le persone con sindrome di Down e l’opera di famiglie, associazioni e servizi.
Durante la Giornata Nazionale della persona con sindrome di Down 2011, Lei ha avuto modo di incontrare e conoscere i giovani con sindrome di Down e di apprezzarne le qualità e i risultati raggiunti.

Auspicando che Lei comprenda la nostra azione a tutela dei nostri figli, La ringraziamo per un Suo autorevole intervento volto ad evitare che debbano ripetersi episodi simili e ringraziando per l’attenzione Le porgiamo cordiali saluti.

Il Coordinatore Nazionale

Sergio Silvestre

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*