Apocalypse Down: finisce l’avventura, continua la strada verso l’autonomia

Rientrano domenica 3 maggio a Como i protagonisti del viaggio-documentario

 

Dopo un tour che li ha portati in giro per l’Italia (da Torino a Livorno, da Modena a Pordenone) stanno per rientrare “alla base” i quattro ragazzi dell’associazione Down.Verso protagonisti in questi ultimi giorni del progetto “Apocalypse Down”.

Si tratta di un viaggio di racconto e di raccolta esperienze concretizzato nell’ambito del progetto “Le chiavi di casa”: insieme ai tre operatori coordinatori del progetto 4 ragazzi della nostra associazione ne trarranno un documentario video “on the road” alla scoperta delle realtà significative che sul territorio italiano si occupano di autonomia e disabilità.

A partire dal 23 aprile dieci sono i giorni vissuti all’insegna dell’autonomia: per confrontarsi e ascoltare l’esperienza direttamente dalla voce dei protagonisti, per divulgare il più possibile l’attività di tutti coloro che da anni stanno lavorando concretamente al fine di promuovere e realizzare l’integrazione delle persone disabili come possibilità di avere una vita autonoma.

L’iniziativa ha stimolato una grande attenzione non solo sul documentario il gruppo di ragazzi ed educatori sta realizzando (e di cui potete vedere il trailer al link in coda al comunicato) ma su tutti i percorsi di autonomia delle persone con Sindrome di Down che le associazioni ed esperienze di tutta Italia stanno mettendo in pratica. Raggiungendo anche le pagine del quotidiano “La Stampa” di Torino, che ha raccontato con grande evidenza la tappa piemontese del viaggio.

Una volta realizzato, il documentario video servirà da stimolo e strumento per riproporre, anche sul nostro territorio comasco, la linea di azione dell’associazione Down.Verso che mire a creare, insieme alle famiglie, di percorsi di piena inclusione ed autonomia.

Un approccio innovativo, sviluppato in comune anche con i partner di tutta Italia raccolti nel Coordinamento nazionale CoorDown, che necessita di luoghi e spazi per essere raccontato e diffuso. E proprio il ritorno a casa dei nostri ragazzi fornirà una prima occasione di diffusione di questa prospettiva che sta alla base, con le stelle polari dell’autonomia e dell’inclusione, dell’azione di Down.Verso a fin dai progetti costruiti per i più piccoli.

Affinché l’inclusione sia anche figlia della conoscenza reciproca, oltre che degli opportuni percorsi di sostegno c’è però bisogno che il progetto video “Apocalypse Down” (che è sostenuto anche dalla Fondazione Comunità Comasca) veda la luce. A questo scopo la nostra associazione ha lanciato un progetto di finanziamento dal basso (o come si dice oggi “crowdfunding”!) che è possibile sostenere a partire dal sito:

http://www.produzionidalbasso.com/project/apocalypse-down/

Siamo davvero orgogliosi dei nostri ragazzi e degli operatori che li hanno accompagnati ed hanno costruito con loro questo progetto – sottolinea Roberto Esposito presidente di Down.Verso – ed è per questo che vogliamo con tutte le forze completare tutti i passi necessari alla realizzazione del video-documentario. Ci aspettiamo il sostegno di tutti”.

Siamo dunque tutti pronti ad accoglierli Domenica 3 maggio alle ore 13 (circa) in Piazza San Fedele a Como, e a festeggiarli successivamente in un ristorante della città che proprio recentemente ha assunto uno di loro.

I responsabili della Down.Verso, gli operatori del progetto ed ovviamente i protagonisti del viaggio “Apocalypse Down” saranno a disposizione di giornalisti e simpatizzanti per raccontare l’avventura vissuta ed illustrare le iniziative ed i progetti dell’associazione che raccoglie le famiglie e persone con sindrome di Down della Provincia di Como

 

Per vedere il trailer e i dettagli del progetto > www.downverso.it/?p=544

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*