Progetto scuola

Progetto ScuolaCon l’ingresso nella scuola inizia il vero e proprio “processo di inclusione”: l’associazione si prefigge di coordinare i vari interventi attraverso un lavoro di sinergia famiglia-scuola-specialisti, promuovendo una cultura di integrazione scolastica e sociale di qualità che permetta di vedere e conoscere e quindi comprendere la diversità.

Progetto Scuola 2019/2020 

Dopo la riorganizzazione avvenuta con l’Anno Scolastico 2015/16 il Progetto Scuola della Associazione Down Verso si è ora assestato su una modalità ben strutturata e rodata di collaborazione tra Famiglie, Specialiste, Associazione per garantire ai nostri figli in età scolare il massimo sostegno possibile nel loro percorso. Vogliamo continuare tutti insieme a migliorare questo approccio e affinarne meccanismi e modalità.

Per questo motivo la proposta per l’Anno Scolastico 2019/20 presenta alcune novità, pur partendo dalle usuali basi ideali e di approccio.

I PUNTI CARDINE

Anche nell’importante tappa di crescita costituita dalla Scuola l’approccio della nostra Associazione Down Verso si riconduce alle idee di autonomia, indipendenza, inclusione che ne contraddistinguono tutta l’attività. Pur riconoscendo le difficoltà e le necessità particolari che spesso i nostri figli hanno, desideriamo che per loro tali bisogni speciali siano affrontati all’interno dei percorsi previsti per i loro coetanei e stimolando quindi al massimo relazioni di reciprocità e di crescita. In questo senso un grosso aiuto viene dato dall’impostazione globale dell’approccio alla disabilità stabilita alla normativa italiana (in particolare la Legge 104) anche in relazione ai percorsi educativi e scolastici.

Dobbiamo diventare, come Associazione e come famiglie, protagonisti diretti di questi meccanismi e di queste opportunità per non vivere più la Scuola come un antagonista e un “nemico” dei nostri figli ma come una struttura e una tappa della vita da valorizzare al meglio per far crescere i nostri bambini e ragazzi. Su tutti gli aspetti relativi al “Pianeta Scuola” l’Associazione Down Verso si riconosce pienamente nelle linee elaborate congiuntamente all’interno del CoorDown Nazionale e consiglia a tutti il “Vedemecum Scuola” da esso elaborato sia come fonte informativa (su strutture e normative) sia come punto di riferimento ideale e di prospettiva.

L’ingresso nel “Mondo Scuola,” a qualsiasi grado di istruzione, è un momento delicato e ricco di sfide per i bambini e per i genitori che li accompagnano: significa scoprire un mondo relazionale più ampio con regole nuove da condividere con gli altri e acquisire nuovi saperi e conoscenze. Una “avventura impegnativa” che fa partire il vero e proprio processo di inclusione coinvolgendo tutti i protagonisti della scuola: i compagni di classe, i docenti, il personale Ata e – non ultimo -il Dirigente Scolastico.

Ilprocesso di inclusione è un percorso a medio e lungo termine che richiede impegno, energie, investimenti, collaborazioni ma che permette a tutti di ampliare le life skillsoltre a far vivere un’esperienza umana di arricchimento che permette di vedere conoscere e quindi comprendere la diversità.

OBIETTIVI GENERALI

Nel percorso scolastico quello che conta è scoprire nel tempo “come impara” un bambino o un ragazzo con sindrome di Down, nella consapevolezza che avrà di ritmi diversi e più lunghi dei compagni; capire attraverso quali canali e linguaggi è agevolata la ricezione dei contenuti (e quindi usarli nei diversi ambiti di apprendimento); individuare quali modalità comunicative predilige e quali sono i suoi tempi di attenzione e di concentrazione, su quali attività si illumina e rimane accesa la sua MOTIVAZIONE.

Sarà tuttavia necessario, con l’avanzare dei cicli scolastici, individualizzare e personalizzare sempre di più tale percorso al fine di investire in quelle competenze pratiche che possano farlo diventare un “adulto” il più possibile autonomo.

Per raggiungere questo importante obiettivo è indispensabile un lavoro di sinergia tra famiglia, scuola e specialisti al fine di essere tutti coinvolti verso una corresponsabilizzazione e una condivisione reale progetto di vita.

L’Associazione si prefigge di coordinare i vari interventi promuovendo una cultura d’integrazione scolastica e sociale di qualità.

OBIETTIVI SPECIFICI

Il Progetto Scuola si pone come obiettivo l’andare incontro alle diverse necessità delle famiglie alle prese con il più ampio “mondo scolastico”, in particolare con:

  • Affiancamento dei genitori all’ingresso nella scuola

    • offrire informazioni e consulenza sul “mondo scuola” a partire dalla scuola dell’infanzia fino ad arrivare alla scuola secondaria di II grado. (es. scuola materna paritaria – scuola materna pubblica; educatore – insegnante di sostegno – organizzazioni e scelte tempi scuola – scuole professionali – diplomi conseguibili ect.)

    • offrire informazioni sulla normativa scolastica e su compiti e funzioni degli organi collegiali , (es. Funzione del GLI, compilazione documentazione PDF, PEI ecc.) per rendere sempre più attiva la partecipazione al percorso scolastico dei vostri figli

  • Affiancamento dei genitori nei colloqui con gli insegnanti

    • per sostenerli a comprendere meglio il sistema scuola (la didattica, il sistema valutativo, e gli obiettivi raggiungibili)

    • per accompagnarli a partecipare attivamente al processo di inclusione sostenendo la filosofia dell’Associazione

  • Consulenza ai docenti

    • garantire uno spazio di confronto sia sul piano didattico-pedagocico per individuare obiettivi percorribili e attività rispondenti ai bisogni degli coinvolti, sia sul piano delle dinamiche del gruppo classe per individuare strategie volte al miglioramento del benessere collettivo. Queste consulenze sono realizzate da un pedagogista e da uno psicologo psicoterapeuta e possono necessitare di un confronto di ordine psicologico.

  • Incontri di sensibilizzazione sul tema della diversità

    • proporre nelle scuole, anche in collaborazione con il “Gruppo scuola” costituito da genitori dell’Associazione, momenti di sensibilizzazione sul tema dell’accettazione delle diversità proponendo strumenti già predisposti o altre iniziative direttamente progettate con la Scuola.

MODALITA’ DI INTERVENTO

L’idea di base è quella di prevedere dei possibili “moduli” di intervento che le famiglie potranno attivare a seconda del proprio caso e dei propri bisogni dopo un confronto iniziale con i professionisti del Progetto Scuola e (se necessario) i genitori del Gruppo Scuola.

A ciascuna famiglia interessata ad accedere al Progetto verrà assegnato un monte ore base (14 ore di intervento + 1 ora di progettazione del percorso) da modulare e definire insieme alle Specialiste sulla base di necessità della famiglia e situazione dello studente.

Ogni progetto d’intervento prevede, in linea di principio (ma con ampia facoltà di adattamento alla situazione specifica):

  • Incontro preliminare con famiglia di conoscenza e anamnesi iniziale del minore e del contesto di riferimento; si concorda con i genitori una prima bozza di intervento.

  • Incontro con il Dirigente Scolastico (se necessario) per presentazione e autorizzazione progetto; accordo per presa contatto con team docenti.

  • Osservazione in classe dell’alunno coinvolto per declinare l’approccio e il livello degli apprendimenti e le relazioni con i pari e il clima del gruppo.

  • Restituzione dell’osservazione e su strategie didattico pedagogiche e relazionali a genitori e team docenti.

  • Incontri di monitoraggio e verifica del percorso intrapreso con genitori e docenti. Per i genitori è previsto un monitoraggio stabilito a cadenza bimensile, se desiderato e necessario. Per impostare al meglio il lavoro è opportuno definire il calendario di tali incontri con le Specialiste all’inizio dell’Anno Scolastico.

Per accedere al Progetto Scuola verrà richiesto un contributo minimo (100 euro a famiglia) e in caso di necessità di ore di intervento supplementari rispetto al monte ore base (o ad un eventuale sforamento minimo) sarà direttamente la famiglia farsi carico della spesa (sempre comunque ai prezzi orari convenzionati specifici per la nostra Associazione).

Nel corso dell’anno scolastico 2019/20 sono previsti almeno due momenti di verifica generale tra le Specialiste che intervengono sul Progetto e il Direttivo dell’Associazione (indicativamente a gennaio e a maggio) al fine di monitorare l’andamento generale del progetto, il numero delle ore già utilizzate e far emergere eventuali criticità. Le Famiglie aderenti al Progetto sono dunque invitate a far pervenire in vista di tali incontri (quindi con qualche settimana di anticipo) eventuali necessità, indicazioni, segnalazioni ai coordinatori del Gruppo Scuola per il Direttivo (Rosi Erba e Francesco Vignarca). Da quest’Anno Scolastico in poi è prevista la sottoscrizione da parte delle Famiglie di una lettera di impegno ed incarico per il Progetto Scuola e un modulo da sottoscrivere relativo alle incombenze della legislazione sulla privacy.

FIGURE PROFESSIONALI

Dott.ssa Barbara Iorio, coordinatrice pedagogista e mediatrice familiare che al fianco della psicologa valuterà gli aspetti didattici e pedagogici delle richieste.

Dott.ssa Sonia Monticelli psicologa psicoterapeuta che collabora da qualche anno con l’Associazione affiancando il gruppo dei genitori del progetto “Le chiavi di casa”

La scelta di avere un’equipe multidisciplinare è finalizzata a rispondere in modo più completo ai diversi bisogni che si possono via via presentare nel percorso di crescita dei ragazzi: da necessità prevalentemente pedagogiche a bisogni di natura relazionale e di inclusione.

Per questo motivo le due figure lavoreranno in sinergia e continuità su tutte le situazioni con la cura di poter intervenire su un piano più strettamente pedagogico o psicologico a seconda del bisogno emerso.

Alle Famiglie non ancora inserite nel Progetto è richiesto un primo colloquio di conoscenza individuale con la Dott.ssa Barbara Iorio al numero di cellulare 347.4410821 (lasciando un messaggio in segreteria se non vi risponderà) oppure inviando una mail all’indirizzo: scuola@downverso.it

 


 

Per contattare Rosi Erba e Francesco Vignarca, coordinatori del gruppo di supervisione in seno al Consiglio Direttivo potete scrivere a contatti@downverso.it

Per contattare il team di figure professionali che conduce il Progetto Scuola (dott.ssa Barbara Iorio, pedagogista e coordinatrice, e dott.ssa Sonia Monticelli, psicologa) potete scrivere a scuola@downverso.it